A Greener Tomorrow

A Greener Tomorrow 2016

IL RILANCIO DI "A GREENER TOMORROW"

La nostra ultima iniziativa

A distanza di tre anni dall'entusiasmo suscitato dalla prima edizione, nel 2016 Emirates ripropone "A Greener Tomorrow".

Nell'edizione 2016 le sovvenzioni saranno assegnate a tre organizzazioni no profit operanti in Africa nell'ambito della protezione della fauna e della conservazione ambientale.

Le organizzazioni vincitrici - Southern African Wildlife College Trust, Southern African Foundation for the Conservation of Coastal Birds e African Parks - sono state selezionate tra numerose altre che in tutto il mondo si attivano per la sostenibilità e la conservazione ambientale.

Noi di Emirates amiamo trasmettere a tutti il desiderio di scoprire le bellezze del mondo.

ISPIRARE

Sappiamo quanto è importante prendersi cura della terra oggi, per consegnarla ai viaggiatori di domani.

PROTEGGERE

Sappiamo di essere responsabili nei confronti delle comunità cui offriamo i nostri servizi e siamo convinti di poter fare la differenza.

RESPONSABILITÀ

Ed è per questo che nel 2013 abbiamo avviato la nostra iniziativa per l'ambiente, A Greener Tomorrow. 2013

A GREENER TOMORROW

La nostra missione? Sostenere progetti di conservazione e salvaguardia ambientale in tutto il mondo.

MISSIONE, PROGETTI

È stato un tale successo che abbiamo deciso di riproporla nel 2016

SUCCESSO, 2013. 2016

L'abbiamo ribattezzata A Greener Tomorrow Two.

A GREENER TOMORROW TWO

Abbiamo lanciato una sfida alle organizzazioni che si battono per l'ambiente.

SFIDA

Abbiamo chiesto loro di proporci un progetto che faccia davvero la differenza nella comunità locale in cui operano.

PROPOST@

Un progetto collegato ai nostri valori,

RESTITUIRE, COLLETTIVITÀ

Alla proposta vincente abbiamo deciso di offrire 150.000 dollari di finanziamento,

fondi che abbiamo raccolto grazie ai numerosi programmi di riciclaggio dei rifiuti che portiamo avanti come Emirates Group.[musica in riproduzione]

Abbiamo ricevuto oltre 120 proposte dai vari paesi della nostra rete, molte incentrate sulla tutela della fauna selvatica. Il nostro comitato, composto da alti dirigenti e membri del team Ambiente, ha scelto tre bellissimi progetti tra i quali ripartire il premio, tre progetti che sono in linea con gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell'ONU e presentano una soluzione di lungo periodo a problemi di conservazione e salvaguardia dell'ambiente. [musica in riproduzione]

OBIETTIVO, PROBLEMI

Crediamo che l'istruzione sia la chiave di volta del progresso.

ISTRUZIONE

Ed è per questo che abbiamo scelto di sostenere il Southern African Wildlife College Trust. [Canti africani]

SOUTHERN AFRICAN WILDLIFE COLLEGE TRUST

Ognuno di noi deve contribuire a difendere la biodiversità in Africa. Gli africani dovrebbero essere i primi a darsi da fare per la conservazione della fauna selvatica. Devono schierarsi dall'altra parte.

ARMSTRONG CHINGA, ZAMBIA

Essere qui da sola è incredibile, non l'avrei mai immaginato. Ringrazio Dio perché queste persone sono venute ad aiutarci e perché ho avuto l'opportunità di studiare qui. Questo progetto è fondamentale, perché serve ad aumentare la consapevolezza.

GRACE NAMUKONDE LENGWE, ZAMBIA

Tutte le cose che ho imparato qui le porterò a casa, nel mio paese.

Stiamo imparando tantissimo, e non solo studiando e leggendo libri, ma anche partecipando ad attività sul campo. [musica in riproduzione]

Studiare al Southern African Wildlife College è un'occasione preziosa. Ogni anno andiamo a trovare i ragazzi sul campo e possiamo constatare che abbiamo davvero fatto la differenza nella vita delle persone.

MALCOLM DOUGLAS, SAWC, PERCORSO GESTIONE FAUNISTICA

La cosa di cui andiamo più fieri, perché dimostra il nostro successo, è che ben l'80% dei ragazzi che hanno studiato da noi comincia a lavorare nel settore della conservazione ambientale e fa carriera nel giro di tre anni dalla conclusione del percorso.

THERESA SOWRY, CEO SAWC

La nostra ambizione è creare una bella rete di esperti di conservazione ambientale che hanno in comune la formazione al Southern African Wildlife College e promuovere collaborazioni e progetti transazionali, soprattutto per le aree di conservazione estese in più paesi.

Ogni anno il Southern African Wildlife College Trust assegna borse di studio per merito e offre agevolazioni agli studenti di gestione delle aree faunistiche. Se non fosse per le donazioni degli sponsor, tra tutti Emirates con la sua iniziativa A Greener Tomorrow, questa realtà non potrebbe continuare a crescere. E crescere significa assegnare più borse di studio agli studenti.

Abbiamo imparato tanto mettendo assieme le esperienze di paesi diversi. Il contatto con gli altri ci arricchisce. C'è un continuo scambio di idee, vediamo che cosa fanno gli altri e lo prendiamo come modello anche nello Zambia. Anche gli altri imparano qualcosa da noi e la esportano nel loro paese d'origine.

Formare i membri delle comunità che vivono nelle immediate vicinanze delle aree faunistiche serve a creare una gestione molto più sostenibile.

I nostri studenti diventano esperti di conservazione e tutela dell'ambiente e riescono così ad avere un impatto positivo sulla loro comunità, sul fronte della tutela della fauna, della lotta al bracconaggio e della gestione della fauna nel suo insieme. Più in generale, comprendono appieno quanto sia importante proteggere gli animali, risorsa preziosa per la comunità.

Tornerò nel mio paese con una nuova consapevolezza e sarò in grado di coinvolgere la mia comunità nelle attività quotidiane di conservazione. Voglio lavorare insieme agli altri per dimostrare che tutti insieme possiamo impegnarci per la tutela della nostre risorse naturali.

Il mio obiettivo è tornare in Zimbabwe con le capacità e le conoscenze che ho maturato qui e dirigere un progetto sul campo per dimostrare a tutti quanto sia importante l'attività di questo college.

RICHARD MAHLANGU, ZIMBABWE

Vorrei che la mia esperienza ispirasse i miei colleghi che sono laggiù come l'esperienza degli studenti che mi hanno preceduto è stata fonte d'ispirazione per me. [musica in riproduzione]

Passando dalla terraferma al mare, abbiamo deciso di premiare la Southern African Foundation for the Conservation of Coastal Birds. [musica al pianoforte]

SANCCOB, SOUTHERN AFRICAN FOUNDATION FOR THE CONVERSATION OF COASTAL BIRDS

SANCCOB sta per Southern African Foundation for the Conservation of Coastal Birds. La fondazione nasce nel 1968 per iniziativa di Althea Westphal.

La nostra missione è proteggere i pinguini africani e gli uccelli marini per le generazioni future. Ci occupiamo di operazioni di salvataggio e curiamo gli uccelli prima di riportarli nel loro habitat naturale, per restituire loro la possibilità di vivere.

NICKY STANDER, MANAGER RIABILITAZIONE

Il pinguino africano, in particolare, è una specie a rischio. Ne restano meno di 25.000 esemplari allo stato selvatico.

I due centri SANCCOB curano circa 2.500 animali all'anno.

FRANCOIS LOUW, MANAGER RACCOLTA FONDI/MARKETING

Siamo un'organizzazione non governativa, accogliamo annualmente 150 volontari e tirocinanti, che si impegnano al massimo per salvaguardare gli uccelli marini sudafricani.

Le attività cominciano alle otto del mattino con una riunione.

MARGUERITE DU PREEZ, COORDINATRICE VOLONTARI

Subito dopo raggiungiamo l'area di lavoro, dove trascorriamo il resto della giornata. Se per esempio lavoriamo nell'area di ricovero dei pinguini, per prima cosa somministriamo i farmaci, poi i fluidi. Poi, mentre i pinguini fanno una nuotata, ne approfittiamo per fare le pulizie necessarie. Poi è il momento del primo pasto della giornata,

il primo di sei, quindi uno ogni tre ore. I piccoli hanno bisogno di mangiare nove volte al giorno, quindi è impegnativo occuparsene.

ROMY KLUSENER, RESPONSABILE UNITÀ CUCCIOLATE

Nel periodo dopo la schiusura delle uova abbiamo bisogno di circa 800 tonnellate di pesce a settimana.

Chiaramente non potremmo fare tutto questo senza le donazioni e il contributo di Emirates, con A Greener Tomorrow, è fondamentale. Ci permette di finanziare le attività di assistenza alle colonie e di garantire al nostro staff una formazione eccellente. Ogni settimana, riportiamo degli esemplari nel loro habitat. Il giovedì è la giornata dei pinguini africani.

Partecipare a queste missioni è un'esperienza straordinaria. È il coronamento di tutto il lavoro che facciamo qui ogni giorno.

C'è un momento che trovo molto speciale, succede spessissimo che i piccoli guardino in alto, verso il cielo blu. È qualcosa di insolito per loro, non hanno mai visto il cielo aperto, perché li teniamo sotto reti ombreggianti. È un momento unico, davvero speciale.

Quello che facciamo è rimettere in salute gli animali e restituirli al loro ambiente naturale. Nulla mi rende più felice che vedere di nuovo questi uccelli liberi nell'oceano. Voglio che i miei figli possano ammirare queste creature. Ed è fondamentale impegnarsi nella loro tutela e lavorare insieme per controllare i fattori che minacciano la sopravvivenza del pinguino africano. [musica in riproduzione]

Un altro progetto di formazione ci ha colpito per la sua vasta portata. African Parks un’organizzazione no profit che gestisce dieci parchi in sette paesi africani. [musica in riproduzione]

AFRICAN PARKS

Dove la fauna selvatica sopravvive e cresce, possono vivere bene anche le persone.

African Parks è una realtà speciale perché prendimo in carico la gestione nel lungo periodo dei parchi nazionali.

PETER FEARNHEAD, CEO AFRICAN PARKS

Facciamo attività sul campo, coinvolgiamo le comunità locali, che sono i nostri partner più importanti.

Per favorire lo sviluppo delle aree di conservazione si deve lavorare con le persone,

NYAMBE MWAMBWA, COMMUNITY MANAGER LIUWA PLAIN

Si deve spiegare che quell'area naturale appartiene a loro.

INDUNA MUNDANDWE, RESPONSABILE DEL BAROTSE ROYAL ESTABLISHMENT

Lavorare con la comunità locale è essenziale per promuovere un uso sostenibile delle risorse naturali. [musica in riproduzione]

Quello di Liuwa è un parco nazionale unico, perché è custodito da una comunità locale di circa 10.000 persone. E questa comunità dipende completamente dalle risorse del territorio.

Per raggiungere il nostro obiettivo di tutelare il territorio e consegnarlo alle future generazioni, dobbiamo puntare sulla formazione. [musica in riproduzione]

ROBERT REID, MANAGER DEL PARCO DI LIUWA PLAIN

Dobbiamo educare i bambini, perché tra 15 anni saranno adulti e saranno loro a prendere le decisioni. Puntiamo tantissimo sulla sensibilizzazione dei bambini nelle scuole, anche qui al parco, con programmi di educazione ambientale. [musica in riproduzione]

Il sistema scolastico al di fuori del parco è molto modesto, quindi abbiamo offerto agli studenti a possibilità di venire a studiare qui a Kalabo, con i finanziamenti di African Parks.

Non solo mi pagano la scuola, ma si occupano anche del vitto. Senza il loro aiuto, non ce l'avrei fatta. [musica in riproduzione]

STUDENTE DI SCUOLA SUPERIORE, DISTRETTO DI LIUWA PLAIN

African Parks offre numerosissime attività alla scuola.

DOMINIC HALEKAE, DOCENTE SENIOR, DISTRETTO DI LIUWA PLAIN

Useremo il premio che Emirates ci ha assegnato per investire ancora di più sull'istruzione, per ampliare le opportunità in una prospettiva futura.

ANDREW PARKER, DIRETTORE DELLE ATTIVITÀ, AFRICAN PARKS

Lo ZEduPad è un progetto nato per lo Zambia. Si tratta di un tablet su cui è disponibile l'intero programma scolastico nazionale in nove lingue locali e in inglese. Viene consegnato ai bambini come supporto all'apprendimento, attraverso il quale accedere a informazioni e conoscenze che altrimenti sarebbero loro precluse.

Ci incoraggiano a darci da fare, così avremo una vita migliore.

STUDENTE DI SCUOLA SUPERIORE, DISTRETTO DI LIUWA PLAIN

Io voglio fare l'insegnante quando finisco la scuola.

STUDENTE DI SCUOLA SUPERIORE, DISTRETTO DI LIUWA PLAIN

Siamo sicuri che questi ragazzi realizzeranno i loro sogni.

na cosa che vogliamo trasmettere loro è l'impegno a proteggere la natura, non solo qui nello Zambia, ma in tutto il mondo.

Il futuro. Quando sarà il turno dei nostri figli, e dei figli dei nostri figli, di ammirare le bellezze della natura. [musica in riproduzione]

Siamo orgogliosi che A Greener Tomorrow Two aiuterà queste organizzazioni nelle loro attività, a favore di una biodiversità sostenibile, della tutela dell'ambiente e dello sviluppo delle comunità.

ENTUSIASMO, BIODIVERSITÀ, CONSERVAZIONE, COMUNITÀ

Se volete saperne di più sui vincitori e sullo straordinario lavoro che portano avanti, consultate il loro sito.

Lavoriamo insieme per costruire un domani più verde, a partire da oggi.

UN DOMANI PIÙ VERDE, A PARTIRE DA OGGI.

GESTIONE DELLE RISORSE NATURALI E CONSERVAZIONE

Southern African Wildlife College Trust

Il Southern African Wildlife College nasce nel 1996 per iniziativa del World Wide Fund for Nature, South Africa (WWF South Africa) e in stretta collaborazione con i dipartimenti governativi nazionali e provinciali e con la Southern African Development Community (SADC). Dalla fondazione, il college ha formato quasi 15.000 studenti provenienti da 46 paesi in gestione delle risorse naturali e pratiche di conservazione. Grazie alle risorse offerte dall'iniziativa Emirates "A Greener Tomorrow", il SAWCT, ovvero un fondo fiduciario costituito dal WWF SA per sostenere il college, offrirà tre borse di studio e due assegni a studenti che già lavorano nell'area di conservazione, ma non hanno le qualifiche necessarie per eventuali avanzamenti professionali. Al termine dei corsi, i beneficiari potranno migliorare la propria posizione occupazionale, diventando capo area, ranger e senior field ranger, e lavorare nel settore della protezione dei parchi naturali nell'Africa meridionale.

Per ulteriori informazioni sul SAWCT, visitate la pagina wildlifecollege.org.za(Apre un sito web esterno in una nuova scheda)

[Canti africani] 

[Un sole rosa si alza tra gli alberi] 

Ognuno di noi deve contribuire a difendere la biodiversità in Africa. Gli africani dovrebbero essere i primi a darsi da fare per la conservazione della fauna selvatica. Devono schierarsi dall'altra parte. Essere qui da sola è incredibile, non l'avrei mai immaginato. Ringrazio Dio perché queste persone sono venute ad aiutarci e perché ho avuto l'opportunità di studiare qui. Questo progetto è fondamentale, perché serve ad aumentare la consapevolezza. Tutte le cose che ho imparato qui le porterò a casa, nel mio paese. Stiamo imparando tantissimo, e non solo studiando e leggendo libri, ma anche partecipando ad attività sul campo.

[Musica] [Sede del Southern Africa Wildlife College] Studiare al Southern African Wildlife College è un'occasione preziosa. Ogni anno andiamo a trovare i ragazzi sul campo e possiamo constatare che abbiamo davvero fatto la differenza nella vita delle persone. La cosa di cui andiamo più fieri, perché dimostra il nostro successo, è che ben l'80% dei ragazzi che hanno studiato da noi comincia a lavorare nel settore della conservazione ambientale e fa carriera nel giro di tre anni dalla conclusione del percorso. La nostra ambizione è creare una bella rete di esperti di conservazione ambientale che hanno in comune la formazione al Southern African Wildlife College e promuovere collaborazioni e progetti transazionali, soprattutto per le aree di conservazione estese in più paesi. Ogni anno il Southern African Wildlife College Trust assegna borse di studio per merito e offre agevolazioni agli studenti di gestione delle aree faunistiche. Se non fosse per le donazioni degli sponsor, tra tutti Emirates con la sua iniziativa A Greener Tomorrow, questa realtà non potrebbe continuare a crescere. E crescere significa assegnare più borse di studio agli studenti.

Abbiamo imparato tanto mettendo assieme le esperienze di paesi diversi. Il contatto con gli altri ci arricchisce. C'è un continuo scambio di idee, vediamo che cosa fanno gli altri e lo prendiamo come modello anche nello Zambia. Anche gli altri imparano qualcosa da noi e la esportano nel loro paese d'origine. Formare i membri delle comunità che vivono nelle immediate vicinanze delle aree faunistiche serve a creare una gestione molto più sostenibile. I nostri studenti diventano esperti di conservazione e tutela dell'ambiente e riescono così ad avere un impatto positivo sulla loro comunità, sul fronte della tutela della fauna, della lotta al bracconaggio e della gestione della fauna nel suo insieme. Più in generale, comprendono appieno quanto sia importante proteggere gli animali, risorsa preziosa per la comunità.

Tornerò nel mio paese con una nuova consapevolezza e sarò in grado di coinvolgere la mia comunità nelle attività quotidiane di conservazione. Voglio lavorare insieme agli altri per dimostrare che tutti insieme possiamo impegnarci per la tutela della nostre risorse naturali. Il mio obiettivo è tornare in Zimbabwe con le capacità e le conoscenze che ho maturato qui e dirigere un progetto sul campo per dimostrare a tutti quanto sia importante l'attività di questo college. Vorrei che la mia esperienza ispirasse i miei colleghi che sono laggiù come l'esperienza degli studenti che mi hanno preceduto è stata fonte d'ispirazione per me. [Musica]

PROTEZIONE, CURA E CONSERVAZIONE

Southern African Foundation for the Conservation of Coastal Birds

SANCCOB, organizzazione no profit attiva nella tutela delle coste, ha ricevuto dal governo sudafricano l'incarico di portare avanti azioni di protezione degli uccelli marini e di specie a rischio di estinzione come il pinguino africano. Riconosciuta a livello internazionale per le attività nel campo del recupero e della cura degli uccelli marini, vanta uno staff di veterinari che lavorano giorno e notte, 365 giorni all'anno, all'interno di due centri appositi, per curare pinguini africani e volatili in pericolo. I fondi ottenuti con l'iniziativa "A Greener Tomorrow" andranno a finanziare i programmi di riabilitazione, tutela, ricerca e allevamento della SANCCOB.

Per ulteriori informazioni sulla SANCCOB, consultate la pagina: sanccob.co.za/(Apre un sito web esterno in una nuova scheda)

[Musica] [Un gruppetto di pinguini si raduna su una spiaggia rocciosa. 

Si puliscono le piume mentre il sole tramonta.] 

SANCCOB sta per Southern African Foundation for the Conservation of Coastal Birds. La fondazione nasce nel 1968 per iniziativa di Althea Westphal. La nostra missione è proteggere i pinguini africani e gli uccelli marini per le generazioni future. Ci occupiamo di operazioni di salvataggio e curiamo gli uccelli prima di riportarli nel loro habitat naturale, per restituire loro la possibilità di vivere. Il pinguino africano, in particolare, è una specie a rischio. Ne restano meno di 25.000 esemplari allo stato selvatico. I due centri SANCCOB curano circa 2.500 animali all'anno. Siamo un'organizzazione non governativa, accogliamo annualmente 150 volontari e tirocinanti, che si impegnano al massimo per salvaguardare gli uccelli marini sudafricani. Le attività cominciano alle otto del mattino con una riunione. 

Subito dopo raggiungiamo l'area di lavoro, dove trascorriamo il resto della giornata. Se per esempio lavoriamo nell'area di ricovero dei pinguini, per prima cosa somministriamo i farmaci, poi i fluidi. Poi, mentre i pinguini fanno una nuotata, ne approfittiamo per fare le pulizie necessarie. Poi è il momento del primo pasto della giornata, il primo di sei, quindi uno ogni tre ore. I piccoli hanno bisogno di mangiare nove volte al giorno, quindi è impegnativo occuparsene. Nel periodo dopo la schiusura delle uova abbiamo bisogno di circa 800 tonnellate di pesce a settimana. Chiaramente non potremmo fare tutto questo senza le donazioni e il contributo di Emirates, con A Greener Tomorrow, è fondamentale. Ci permette di finanziare le attività di assistenza alle colonie e di garantire al nostro staff una formazione eccellente. Ogni settimana, riportiamo degli esemplari nel loro habitat. 

Il giovedì è la giornata dei pinguini africani. Partecipare a queste missioni è un'esperienza straordinaria. È il coronamento di tutto il lavoro che facciamo qui ogni giorno. C'è un momento che trovo molto speciale, succede spessissimo che i piccoli guardino in alto, verso il cielo blu. È qualcosa di insolito per loro, non hanno mai visto il cielo aperto, perché li teniamo sotto reti ombreggianti. È un momento unico, davvero speciale. Quello che facciamo è rimettere in salute gli animali e restituirli al loro ambiente naturale. Nulla mi rende più felice che vedere di nuovo questi uccelli liberi nell'oceano. 

Voglio che i miei figli possano ammirare queste creature. Ed è fondamentale impegnarsi nella loro tutela e lavorare insieme per controllare i fattori che minacciano la sopravvivenza del pinguino africano. [Musica] [Tanti pinguini su una spiaggia sabbiosa. Alcuni corrono verso il mare, altri restano sulla terraferma.]

SALVAGUARDIA DELLE SPECIE SELVATICHE; RIPRISTINO DEL PAESAGGIO

African Parks

Nata nel 2000, African Parks è un'organizzazione no profit che si occupa, in collaborazione con gli enti governativi, della gestione diretta nel lungo periodo di parchi nazionali e aree protette allo scopo di salvare la fauna, ripristinare il paesaggio e garantire una vita sostenibile alle comunità locali. African Parks utilizzerà i fondi ricevuti grazie all'iniziativa "A Greener Tomorrow" per finanziare attività di formazione della comunità Barotse, che vive all'interno del Liuwa Plain National Park, nello Zambia. African Parks fornirà tablet educativi e amplierà l'organico di docenti delle scuole attive all'interno del parco. Si prevede che l'accesso all'istruzione contribuirà ad alleviare la pressione sulla fauna e sulle risorse naturali del parco.

Per ulteriori informazioni su African Parks, visitate la pagina african-parks.org(Apre un sito web esterno in una nuova scheda)

[Musica] [Il sole splende su una pianura attraversata da un branco di bufali in corsa] [Cielo azzurro con nuvole in movimento] Dove la fauna selvatica sopravvive e cresce, possono vivere bene anche le persone. [Tre uomini in un fiume con degli arpioni] African Parks è una realtà speciale perché prendimo in carico la gestione nel lungo periodo dei parchi nazionali. [Uno scorcio di fiume fiancheggiato da un'area paludosa] Facciamo attività sul campo, coinvolgiamo le comunità locali, che sono i nostri partner più importanti. Per favorire lo sviluppo delle aree di conservazione si deve lavorare con le persone, spiegare che quell'area naturale appartiene a loro. Lavorare con la comunità locale è essenziale per promuovere un uso sostenibile delle risorse naturali. [Musica] [Elefanti su un terreno sabbioso, uomini in uniforme in moto tra l'erba alta, un bisonte in un campo] Quello di Liuwa è un parco nazionale unico, perché è custodito da una comunità locale di circa 10.000 persone. E questa comunità dipende completamente dalle risorse del territorio. Per raggiungere il nostro obiettivo di tutelare il territorio e consegnarlo alle future generazioni, dobbiamo puntare sulla formazione.

[Bambini in uniforme alzano la mano in classe] Dobbiamo educare i bambini, perché tra 15 anni saranno adulti e saranno loro a prendere le decisioni. Puntiamo tantissimo sulla sensibilizzazione dei bambini nelle scuole, anche qui al parco, con programmi di educazione ambientale. [Un uomo indica una lavagna, davanti a bambini seduti nei banchi] Il sistema scolastico al di fuori del parco è molto modesto, quindi abbiamo offerto agli studenti a possibilità di venire a studiare qui a Kalabo, con i finanziamenti di African Parks. [Aula con computer] Non solo mi pagano la scuola, ma si occupano anche del vitto. Senza il loro aiuto, non ce l'avrei fatta. [Veduta dall'alto su un villaggio, i bambini entrano di corsa in un'aula, un uomo si rivolge a un gruppetto di bambini] African Parks offre numerosissime attività alla scuola. [Piedi piccoli penzoloni sul terreno]

Useremo il premio che Emirates ci ha assegnato per investire ancora di più sull'istruzione, per ampliare le opportunità in una prospettiva futura. Lo ZEduPad è un progetto nato per lo Zambia. Si tratta di un tablet su cui è disponibile l'intero programma scolastico nazionale in nove lingue locali e in inglese. Viene consegnato ai bambini come supporto all'apprendimento, attraverso il quale accedere a informazioni e conoscenze che altrimenti sarebbero loro precluse. Ci incoraggiano a darci da fare, così avremo una vita migliore. Io voglio fare l'insegnante quando finisco la scuola. Siamo sicuri che questi ragazzi realizzeranno i loro sogni. [Bambini sorridenti] Una cosa che vogliamo trasmettere loro è l'impegno a proteggere la natura, non solo qui nello Zambia, ma in tutto il mondo. [Gruppo di abitanti del villaggio] Il futuro. Quando sarà il turno dei nostri figli, e dei figli dei nostri figli, di ammirare le bellezze della natura. [Musica] [Bufali corrono nell'erba alta al tramonto]

ULTERIORI INFORMAZIONI

Forse non sapete che...