A Greener Tomorrow

A Greener Tomorrow 2013

SUPPORTARE LE TRE ORGANIZZAZIONI VINCITRICI

La nostra prima iniziativa

Abbiamo chiesto ai nostri passeggeri, ai dipendenti, ai fan su Facebook, alle università e al pubblico in generale di scegliere le organizzazioni a cui destinare i fondi e di incoraggiare le varie organizzazioni per la protezione e la conservazione dell'ambiente a partecipare al progetto.

Sono state presentate più di 400 nomination, provenienti dai paesi della rete Emirates e dal resto del mondo. Le richieste di partecipazione hanno abbracciato molte iniziative ambientali, come la tutela della flora, della fauna e dei paesaggi, i biogas, la ricerca ambientale, i trasporti eco-compatibili e la sensibilizzazione riguardo queste tematiche.

Dato l'alto valore di tutte le richieste ricevute, non siamo riusciti a scegliere un solo vincitore; è per questo che abbiamo deciso di scegliere tre organizzazioni, finanziando tre progetti diversi.

LO SCORSO ANNO EMIRATES HA LANCIATO "A GREENER TOMORROW", UN'INIZIATIVA MIRATA A SOSTENERE ORGANIZZAZIONI NO PROFIT CHE SI BATTONO PER LA TUTELA DELL'AMBIENTE... TRE PROGETTI HANNO OTTENUTO I FINANZIAMENTI EMIRATES... A Greener Tomorrow è un progetto di sensibilizzazione. Di sensibilizzazione e di formazione. Vogliamo sostenere una serie di organizzazioni che lavorano per sensibilizzare e formare le persone in merito a tanti progetti in corso dedicati all'ambiente. In più, ci proponiamo di formare lo staff delle organizzazioni che sponsorizziamo. [Jeepney elettrico] In Emirates portiamo avanti da cinque anni progetti interni dedicati al riciclaggio dei rifiuti. Il denaro che abbiamo ricavato da questi progetti lo abbiamo sempre reinvestito nei progetti stessi, per farli crescere, e in altre iniziative dedicate all'ambiente all'interno del gruppo Emirates. Un paio di anni fa, però, ci siamo resi conto che avevamo accumulato fondi in eccedenza. E così abbiamo pensato di usarli per una nuova iniziativa che avesse un impatto più ampio sulla comunità. Abbiamo quindi aperto due bandi, uno per proposte di progetto, l'altro per candidature. Li abbiamo pubblicizzati su LinkedIn, su National Geographic, su alcuni siti del settore aeronautico e su Facebook. Abbiamo anche contattato università e scuole. Poi abbiamo chiesto alla gente di candidare organizzazioni che si occupano di ambiente e abbiamo aperto anche alle autocandidature.

Abbiamo ricevuto più di un centinaio di proposte valide da tutto il mondo, una grande varietà di iniziative. Conoscere le varie problematiche ambientali che interessano tanti territori diversi è stato molto interessante. I tre progetti che abbiamo scelto riguardano aree geografiche diverse. Uno il Malawi, in Africa, l'altro il Pakistan e il terzo Manila, nelle Filippine. Il progetto di Manila ci ha subito colpiti, perché verte sui trasporti, e ci sembrava che ci fosse un collegamento interessante tra gli obiettivi del progetto e il settore aereo. In pratica, l'iniziativa è mirata a convertire i jeepney tradizionali che circolano a Manila in jeepney elettrici. MANILA: INSTITUTE FOR CLIMATE AND SUSTAINABLE CITIES [Musica] [Un uomo pulisce un jeepney elettrico e appende un cartello con le tariffe] [Jeepney elettrici colorati sulla strada] [I passeggeri a bordo di un jeepney elettrico si reggono ai sostegni] L'eJeepney è la versione elettrica del jeepney classico, il mezzo di trasporto pubblico più usato nelle Filippine. L'eJeepney è quindi dotato di un motore alimentato da batterie ricaricabili e non emette sostanze inquinanti. Al momento abbiamo un parco di 20 eJeepney nelle città di Makati e Quezon. [Rumori del traffico] [Clacson] [Jeepney elettrico in circolazione] L'eJeepney non emette fumo e, essendo molto silenzioso, non causa inquinamento acustico quanto le normali jeep.

Attualmente i nuovi eJeepney circolano su strade riservate ai veicoli elettrici che sono state chiamate "Strade verdi" e la città di Makati è la prima a vantarle in tutto il paese. [Passa un jeepney elettrico pieno di passeggeri] [Rumori del traffico] Uno dei problemi principali in una città altamente urbanizzata come Makati è che ci sono numerosissimi veicoli privati, quindi è fondamentale puntare su trasporti pubblici molto efficienti. Ci rendiamo conto che non contribuiremmo a snellire il traffico immettendo altri veicoli in circolazione, anche se elettrici. E così, invece di proporre veicoli elettrici nuovi, quello che facciamo è convertire i jeepney tradizionali in jeepney elettrici. Il dato preoccupante è che i conducenti dei jeepney hanno il 50% di probabilità in più rispetto agli altri di ammalarsi per via dell'inquinamento, in particolare di contrarre malattie respiratorie, perché l'esposizione quotidiana e prolungata agli agenti inquinanti li rende molto vulnerabili. [Rumori del traffico] I taxi vanno a benzina oppure a diesel, mentre i nostri jeepney sono alimentati da energia elettrica. [Clacson] Stiamo cercando di far conoscere sempre di più i jeepney elettrici.

E quello che raccontiamo è accolto con entusiasmo dai nostri passeggeri, che si mostrano sempre gentili e collaborativi. Preferiscono viaggiare su un eJeepney, perché è silenzioso e non emette fumi. [Cartello con la scritta "100% no smoking"] Alcuni lo preferiscono perché lo trovano divertente, oltre che più rispettoso della natura, e a Makati le richieste stanno aumentando di giorno in giorno. Abbiamo notato che l'interesse per i veicoli elettrici è in crescita, quindi è il momento giusto per entrare in azione. Ci auguriamo davvero di vedere più eJeepney in circolazione. E non solo: vorremmo più autobus elettrici, più tricicli a motore elettrico e un sistema di trasporti pubblici più efficiente nelle Filippine. [Veicoli in strada] Siamo molto orgogliosi che dei nostri jeepney si parli praticamente in tutto il mondo. Sono silenziosi, non emettono fumie rispettano l'ambiente. Insomma, sono una risorsa preziosa.

[Musica] [Ejeepney Transport Corp] [Logo: profilo di un autoveicolo con una presa elettrica che pende dal retro del tettuccio.] Nella scelta dei finalisti per Greener Tomorrow ci siamo posti tre domande fondamentali: se è un'iniziativa di sensibilizzazione, se è formativa per le persone, e che impatto ha in termini numerici? E poi, è sostenibile in prospettiva futura? Il nostro è un premio una tantum e volevamo essere sicuri che avrebbe avuto ricadute positive a lungo termine. I finanziamenti che abbiamo assegnato al progetto del Malawi saranno destinati alle famiglie, quindi è una campagna di sensibilizzazione che fa la differenza nella vita di tante persone. MALAWI: RIPPLE AFRICA [Canti africani e tamburi] [Bambini seduti all'aperto. Donne camminano lungo una strada. Un uomo e una donna conversano. Un uomo siede su un ceppo con un ragazzino. Bambini in età scolare corrono. Tre bambini prendono acqua da un pozzo.] [Adulti socializzano. Un altro gruppo di bambini in età scolare.] [Bambini cantano] Changu Changu Moto. Changu Changu Moto significa veloce, fuoco veloce. Abbiamo scelto un nome nella nostra lingua, Changu Changu Moto, perché la maggior parte delle persone che abbiamo incontrato diceva che permette di cucinare velocemente. E Changu Changu, come dicevo, significa veloce veloce. [Fuoco acceso in una cucina fatta di mattoni di terra] Dopo una serie di ricerche sul campo, la Ripple ha scoperto che uno dei problemipiù gravi è la deforestazione. E che una delle cause principali di questo fenomeno è la cucina, perché il 95% circa della popolazione usa la legna per cucinare. Il Changu Changu Moto usa circa un terzo o un quarto della legna che serve per accedendere il fuoco con tre legnetti. Per cucinare su un fuoco tradizionale la gente usa grossi rami. La cucina si sporca molto, la cenere finisce ovunque.

[Un fuoco tradizionale acceso] Abbiamo fatto una ricerca in Internet e abbiamo trovato delle cucine in mattoni di terra, con un solo fuoco. Abbiamo fatto molte prove e abbiamo messo a punto una cucina con due fuochi. È molto più sicura, perché la fiamma si sviluppa all'interno, ed emette meno fumo. Le malattie legate all'inalazione di fumi sono tra le più letali in Africa, e non solo qui, ma ovunque si accenda il fuoco alla maniera tradizionale. La maggior parte delle donne in Malawi passa molte ore a cucinare vicino al fuoco, e spesso anche i bambini hanno una tosse preoccupante. [Canti] [Preparazione dei mattoni di terra] Si vedono delle brutte ustioni, molti bambini devono farsi curare in ambulatorio perché si procurano delle scottature avvicinandosi al fuoco. Siamo attivi in tutto il distretto, il distretto di Nakata Bay, dove vivono poco più di 40.000 famiglie. Quello che faremo è costruire una cucina Changu Changu Moto per ciascuna di queste 40.000 famiglie. Al momento siamo a 30.000 circa, non lontani dal traguardo. Speriamo comunque, nei prossimi quattro o cinque mesi, di completare l'opera.

Vorrei che tutte le famiglie continuassero a usare il Changu Changu Moto. Così salveremo i nostri alberi. Limitare il consumo di legna è importante per rallentare il corso della deforestazione. Vogliamo proteggere le bellezze di questo paese. Può tornare molto utile alle donne che vivono nella zona, perché sono loro che vanno a raccogliere la legna. Le malattie legate all'inalazione di fumi sono molto diminuite. Questo è un progetto tutto basato sulla formazione. È un progetto che mira ad aiutare la gente a cambiare abitudini e a usare una nuova tecnologia. Usando il Changu Changu Moto proteggiamo gli alberi e il patrimonio verde della comunità. [Tamburi] [Donne sorridenti si stringono la mano vicino a una cucina in mattoni di terra] Emirates si augura che i finanziamenti a queste organizzazioni servano a educare le persone a rispettare di più l'ambiente, riducendo l'inquinamento grazie all'uso di queste cucine a basso impatto, e, nel caso delle donne, applicando le pratiche di agricoltura sostenibile che hanno imparato.

Speriamo che insegni a loro e alle generazioni future a vivere più in armonia con l'ambiente. Speriamo anche che parlare di queste iniziative, attraverso la nostra pagina Facebook e sul nostro sito, ci aiuti a far conoscere queste organizzazioni in tutto il mondo. Il terzo progetto vincitore, in Pakistan, è dedicato a un villaggio e i principali beneficiari sono donne e bambini. È prevista anche la realizzazione di un centro formativo, sempre per donne e bambini, che è una risorsa che rimane agli abitanti del villaggio e, ci auguriamo, anche a quelli dei villaggi vicini, un centro dove imparare a rispettare la natura. PAKISTAN: HERITAGE FOUNDATION [Cinguettio di uccelli] [Voci di bambini] [Carri trainati da muli trasportano persone e piante su una stradina sterrata, bambini giocano, donne lavorano in un campo.] [Pompa d'acqua] La Heritage Foundation opera nell'ambito degli aiuti umanitari sin dal 2005. [Musica] Portiamo avanti un progetto pilota in sette villaggi, dove stiamo cercando di capire come aiutare le comunità a migliorare le condizioni di vita, offrendo sempre soluzioni sostenibili. [Case del villaggio] L'eco-water è un water compostante. Stiamo intervenendo nelle comunità consegnando degli eco-water, che aiutano a combattere grossi problemi legati alla mancanza di igiene delle mani e della persona. Abbiamo realizzato un paio di prototipi e alle donne sono piaciuti molto perché sanno dove andare quando ne hanno bisogno. È vicino a casa ed è comodo, non provano vergogna. C'è una sorta di tabù rispetto ai bisogni corporali, come se le donne non ne avessero. Stiamo cercando di eliminare questi ostacoli e di aiutare queste donne. Le cucine non emettono fumo, perché sono fatte di terra al cento per cento, e quindi sono biodegradabili al cento per cento. La cucina tradizionale in Pakistan è un semplice fuoco, la causa più comune delle malattie respiratorie e oculari che colpiscono le donne, per via di tutti i fumi cui sono esposte.

[Donne accendono una cucina in mattoni di terra] FA MENO FUMO RISPETTO ALLA CUCINA TRADIZIONALE E SERVE MENO LEGNA. E POI È PIÙ FACILE CUCINARE, CI SONO DUE FUOCHI, UNO PER CUOCERE IL CURRY, L'ALTRO PER IL ROTI. [Una donna gira il cibo in una pentola] Abbiamo messo su un comitato di mamme, incaricato di accertarsi che tutti i bambini vadano a scuola a [PH 0:12:00] Moksharif. Ora la frequenza è del 100 per cento. Non è fantastico? ANDARE A SCUOLA PERMETTE DI AVERE UN LAVORO. DI DIVENTARE MEDICO, DI INSEGNARE, DI FARE L'IMPIEGATO. IO VOGLIO FARE L'INSEGNANTE. Abbiamo anche un programma DRR, per la riduzione dei rischi legati ai disastri naturali. Insegniamo alle comunità come affrontare certe situazioni, e tutte le nostre proposte nell'ambito dell'iniziativa A Greener Tomorrow sono basate su attività di preparazione ai disastri naturali. AL CENTRO DRR CI HANNO INSEGNATO A BOLLIRE L'ACQUA, PER AVERLA PULITA, A PIANTARE ALBERI E A MANDARE I BAMBINI A SCUOLA. A CURARE L'IGIENE E L'ALIMENTAZIONE, SOPRATTUTTO DEI PICCOLI. ABBIAMO IMPARATO TUTTE QUESTE COSE.

Il centro è un punto di riferimento per tutto il villaggio, e anche per due o tre villaggi che si trovano nella vicinanze. Riunirsi, incontrarsi, chiacchierare e magari farsi una risata è un regalo per queste donne. Quando si arriva in una nuova località, gli abitanti sembrano subito privi di speranza, vivono al di sotto della soglia di povertà, non conoscono i loro diritti, non hanno idea di cose molto basilari, la salute, l'igiene, la pulizia. Manca ogni genere di informazione. È come se la gente non riuscisse a immaginare una vita diversa. Non riescono a immaginare un futuro migliore per i loro figli, perché non hanno conosciuto altro che questo. Ma quando si comincia a parlare di istruzione, di quanto è importante saper leggere e scrivere, di quanto contano l'igiene, l'alimentazione sana e la protezione delle risorse naturali, allora i comportamenti cambiano, e cambiano in meglio.

Gli abitanti si sforzano davvero di applicare quello che hanno imparato. Quando si parla di paesi in via di sviluppo in moltissimi tendono a pensare che il problema sia solo la povertà e finiscono per disinteressarsene. Ma in realtà è la mancanza di informazione il vero problema. Quando vengono a conoscenza di certe cose, le persone si sforzano di cambiare comportamento, anche perché cominciano a sentirsi parte di un progetto più grande. [Un uomo conduce un carro trainato da due buoi] Partecipare è stato bellissimo. Mi auguro che riusciremo a divulgare il lavoro delle organizzazioni sponsorizzate, perché sarebbe fantastico usare i nostri canali di comunicazione per sensibilizzare le persone e consentire a queste organizzazioni di continuare a finanziarsi e portare avanti i loro progetti. [Donne in un villaggio pachistano] [Voci di bambini] [Un ragazzo saluta] EMIRATES HELLO TOMORROW WWW.EMIRATES.COM/GREENERTOMORROW

SUPPORTARE PROGETTI SOSTENIBILI

Heritage Foundation

Heritage Foundation - Moak Sharif Eco-Village

La Heritage Foundation dà il suo contributo a una vasta serie di attività, come la costruzione di eco-villaggi, l'impiego di pratiche agricole sostenibili e la costruzione di fornelli senza fumo, promuovendo il ricorso a queste pratiche sostenibili tra donne e bambini. Il finanziamento sarà impiegato per sostenere i progetti relativi a queste tre aree nell'eco-villaggio Moak Sharif.

Per ulteriori informazioni sulla Heritage Foundation, consultate la pagina: heritage.org(Apre un link in una nuova scheda)

TRASFORMARE I MEZZI DI TRASPORTO

Institute for Climate and Sustainable Cities (iCSC)

L'iCSC, l'istituto per il clima e le città sostenibili, si concentra su soluzioni di energia sostenibile e su una giusta politica climatica. Il programma di conversione eJeepney trasformerà tutte le Jeepney (il mezzo di trasporto pubblico più diffuso nelle Filippine) alimentate a diesel in veicoli a energia elettrica. Il risultato sarà una notevole riduzione dell'inquinamento atmosferico e delle emissioni di carbonio. Sui furgoncini di Tacloban, i cui motori sono stati danneggiati dal tifone Haiyan, verranno montati dei motori elettrici, facendo tornare in vita questi utili mezzi di trasporto pubblico.

Per ulteriori informazioni sull'iCSC, consultate la pagina: ejeepney.org/(Apre il link in una nuova scheda)

MANILA: INSTITUTE FOR CLIMATE AND SUSTAINABLE CITIES

[musica in riproduzione]

L'eJeepney è la versione elettrica del jeepney classico, il mezzo di trasporto pubblico più usato nelle Filippine.

REINA GARCIA, INSTITUTE FOR CLIMATE & SUSTAINABLE CITIES

L'eJeepney è quindi dotato di un motore alimentato da batterie ricaricabili e non emette sostanze inquinanti. Al momento abbiamo un parco di 20 eJeepney nelle città di Makati e Quezon.

[rumori del traffico]

L'eJeepney non emette fumo e, essendo molto silenzioso, non causa inquinamento acustico quanto le normali jeep.

ROGELIO NATOR, EJEEPNEY TRANSPORT CORPORATION

Attualmente i nuovi eJeepney circolano su strade riservate ai veicoli elettrici che sono state chiamate "Strade verdi" e la città di Makati è la prima a vantarle in tutto il paese.

[rumori del traffico]

Uno dei problemi principali in una città altamente urbanizzata come Makati è che ci sono numerosissimi veicoli privati, quindi è fondamentale puntare su trasporti pubblici molto efficienti. Ci rendiamo conto che non contribuiremmo a snellire il traffico immettendo altri veicoli in circolazione, anche se elettrici. E così, invece di proporre veicoli elettrici nuovi, quello che facciamo è convertire i jeepney tradizionali in jeepney elettrici.

Il dato preoccupante è che i conducenti dei jeepney hanno il 50% di probabilità in più rispetto agli altri di ammalarsi per via dell'inquinamento, in particolare di contrarre malattie respiratorie, perché l'esposizione quotidiana e prolungata agli agenti inquinanti li rende molto vulnerabili.

I taxi vanno a benzina oppure a diesel, mentre i nostri jeepney sono alimentati da energia elettrica.

MA. TERESA CENTENO, EJEEPNEY TRANSPORT CORPORATION

Stiamo cercando di far conoscere sempre di più i jeepney elettrici. E quello che raccontiamo è accolto con entusiasmo dai nostri passeggeri,

che si mostrano sempre gentili e collaborativi. Preferiscono viaggiare su un eJeepney, perché è silenzioso e non emette fumi.

[rumori del traffico]

Alcuni lo preferiscono perché lo trovano divertente, oltre che più rispettoso della natura, e a Makati le richieste stanno aumentando di giorno in giorno.

JOSEFINA BARANDON, EJEEPNEY TRANSPORT CORPORATION

Abbiamo notato che l'interesse per i veicoli elettrici è in crescita, quindi è il momento giusto per entrare in azione. Ci auguriamo davvero di vedere più eJeepney in circolazione. E non solo: vorremmo più autobus elettrici, più tricicli a motore elettrico e un sistema di trasporti pubblici più efficiente nelle Filippine.

Siamo molto orgogliosi che dei nostri jeepney si parli praticamente in tutto il mondo.

Sono silenziosi, non emettono fumie rispettano l'ambiente. Insomma, sono una risorsa preziosa.

[musica in riproduzione]

ALTERNATIVE POSITIVE

Ripple Africa

Il progetto Ripple Africa concentra la sua attività sull'ambiente, l'istruzione e l'assistenza sanitaria nel Distretto Nkhata Bay in Malawi. Il fornello Changu Changu Moto rappresenta una valida alternativa ai tradizionali fuochi all'aria aperta. È semplice da realizzare, economico, ha una struttura sostenibile a bassa tecnologia ed è creato interamente con materiali locali. Questo fornello riduce la deforestazione nell'area circostante, abbattendo in maniera notevole le inalazioni dirette di fumo.

Per ulteriori informazioni su Ripple Africa, consultate la pagina: rippleafrica.org/

MALAWI: RIPPLE AFRICA [Canti africani e tamburi] [Bambini seduti all'aperto. Donne camminano lungo una strada. Un uomo e una donna conversano. Un uomo siede su un ceppo con un ragazzino. Bambini in età scolare corrono. Tre bambini prendono acqua da un pozzo. Adulti socializzano. Un altro gruppo di bambini in età scolare.] [Bambini cantano] Changu Changu Moto. Changu Changu Moto significa veloce, fuoco veloce.

Abbiamo scelto un nome nella nostra lingua, Changu Changu Moto, perché la maggior parte delle persone che abbiamo incontrato diceva che permette di cucinare velocemente. E Changu Changu, come dicevo, significa veloce veloce. [Fuoco acceso in una cucina fatta di mattoni di terra] Dopo una serie di ricerche sul campo, la Ripple ha scoperto che uno dei problemi più gravi è la deforestazione. E che una delle cause principali di questo fenomeno è la cucina, perché il 95% circa della popolazione usa la legna per cucinare.
 
Il Changu Changu Moto usa circa un terzo o un quarto della legna che serve per accedendere il fuoco con tre legnetti. Per cucinare su un fuoco tradizionale la gente usa grossi rami. La cucina si sporca molto, la cenere finisce ovunque. [Un fuoco tradizionale acceso] Abbiamo fatto una ricerca in Internet e abbiamo trovato delle cucine in mattoni di terra, con un solo fuoco. Abbiamo fatto molte prove e abbiamo messo a punto una cucina con due fuochi. È molto più sicura, perché la fiamma si sviluppa all'interno, ed emette meno fumo. Le malattie legate all'inalazione di fumi sono tra le più letali in Africa, e non solo qui, ma ovunque si accenda il fuoco alla maniera tradizionale.
 
La maggior parte delle donne in Malawi passa molte ore a cucinare vicino al fuoco, e spesso anche i bambini hanno una tosse preoccupante. [Canti] [Preparazione dei mattoni di terra] Si vedono delle brutte ustioni, molti bambini devono farsi curare in ambulatorio perché si procurano delle scottature avvicinandosi al fuoco. Siamo attivi in tutto il distretto, il distretto di Nakata Bay, dove vivono poco più di 40.000 famiglie. Quello che faremo è costruire una cucina Changu Changu Moto per ciascuna di queste 40.000 famiglie. Al momento siamo a 30.000 circa, non lontani dal traguardo. Speriamo comunque, nei prossimi quattro o cinque mesi, di completare l'opera. Vorrei che tutte le famiglie continuassero a usare il Changu Changu Moto.
 
Così salveremo i nostri alberi. Limitare il consumo di legna è importante per rallentare il corso della deforestazione. Vogliamo proteggere le bellezze di questo paese. Può tornare molto utile alle donne che vivono nella zona, perché sono loro che vanno a raccogliere la legna. Le malattie legate all'inalazione di fumi sono molto diminuite. Questo è un progetto tutto basato sulla formazione. È un progetto che mira ad aiutare la gente a cambiare abitudini e a usare una nuova tecnologia.
 
Usando il Changu Changu Moto proteggiamo gli alberi e il patrimonio verde della comunità.
[Tamburi]
[Donne sorridenti si stringono la mano vicino a una cucina in mattoni di terra]
HELLO TOMORROW EMIRATES WWW.EMIRATES.COM/GREENERTOMORROW

ULTERIORI INFORMAZIONI

Forse non sapete che...