Informazioni sull'accessibilitàPassare al contenuto principale

Efficienza operativa

Efficienza operativa

Sin dalla fondazione, Emirates ha messo al centro del modello operativo aeromobili efficienti sul piano del consumo di carburante e moderni. La nostra flotta di aeromobili a fusoliera larga è una delle più giovani del settore, con un'età media di sei anni e mezzo. Il nostro impegno si concretizza principalmente in un programma continuativo di investimenti per un valore di svariati miliardi di dollari, non solo per garantire il massimo comfort ai passeggeri, ma anche per ridurre l'impatto ambientale delle nostre attività.

Emirates porta avanti un piano completo per l'efficienza nel consumo di carburante mirato a studiare e attuare strategie per la riduzione dei consumi e delle emissioni, ogniqualvolta sia possibile a livello operativo.

Il piano si articola in svariate iniziative, di cui di seguito presentiamo le più importanti.

  • Collaboriamo con i provider di servizi di navigazione aerea per creare "flex tracks", o rotte flessibili: in pratica, elaboriamo per tutti i nostri voli il piano più efficiente, che sfrutti al massimo i venti di coda ed eviti i venti contrari e le perturbazioni. Oltre a portare avanti questo progetto sin dal 2003, collaboriamo con la IATA affinché il nostro sistema di elaborazione delle rotte diventi, ove possibile, la procedura operativa standard in tutto il mondo.
 
  • Lavoriamo con i provider di servizi di gestione del traffico aereo per sviluppare protocolli che migliorano l'efficienza operativa, per esempio riducendo i voli in circuito di attesa, incrementando la disponibilità di spazio aereo con rotte libere e sviluppando rotte più efficienti.
 
  • Abbiamo introdotto un solido sistema di monitoraggio dell'uso di carburante e sistemi avanzati di analisi dati che ci hanno consentito di ridurre i rifornimenti discrezionali stabiliti da equipaggi e responsabili delle operazioni di volo
 
  • Applichiamo pratiche di ottimizzazione del consumo di carburante durante la sosta degli aeromobili, per esempio usando l'alimentazione a terra, anziché le unità di potenza ausiliaria (APU), e spegnando uno o due motori durante il rullaggio all'arrivo a destinazione.
 
  • I nostri piloti utilizzano gli inversori di spinta al minimo in fase di atterraggio, anziché al massimo.
 
  • Abbiamo migliorato l'efficienza di carico affinché l'assetto di volo sia ideale e il baricentro sia posizionato più verso la coda, il che riduce il consumo di carburante.
 
  • Quanto alla gestione del peso dell'aeromobile, Emirates lavora costantemente per migliorare l'ambiente di cabina e i prodotti di volo allo scopo di ridurre il peso (e di conseguenza il consumo di carburante) senza scendere a compromessi sul comfort dei passeggeri. I progetti più recenti sono mirati a ottimizzare il carico di acqua potabile per ogni volo usando l'analisi dati e, nel prossimo futuro, l'apprendimento automatico e l'intelligenza artificiale.
 
  • I nostri equipaggi di condotta usano esclusivamente il sistema EFB, che incide meno sul peso rispetto al sistema tradizionale e aiuta i piloti a gestire i propri compiti in modo più facile ed efficiente, usando meno carta.
 
  • Per l'efficienza delle operazioni di volo, è fondamentale una buona manutenzione degli aeromobili. Per la pulizia dei motori, usiamo una tecnica innovativa di lavaggio con schiuma che ci consente di ridurre le nostre emissioni di circa 200 tonnellate all'anno, tenendo conto dell'intera flotta. Per la pulizia degli aeromobili, inoltre, adottiamo una tecnica di lavaggio a secco(Si apre in una nuova finestra). che non solo ci consente di risparmiare 11 milioni di litri d'acqua all'anno, ma mantiene i nostri aerei più puliti più a lungo, riducendo il consumo di carburante dovuto all'accumulo di polvere, con soli tre lavaggi all'anno. Emirates ha anche investito in sistemi di sfruttamento dell'energia solare per generare energia pulita in due degli impianti principali negli Emirati Arabi Uniti: l'Emirates Engine Maintenance Centre e l'Emirates Flight Catering(Si apre in una nuova finestra). Stimiamo un risparmio fino a 3,8 milioni di chili di emissioni all'anno.