Politica sui cookieProseguendo la navigazione su questo sito, acconsentite all’utilizzo di cookies. Siete pregati di cliccare sul link per avere ulteriori informazioni sui cookies.
OK
Passate al contenuto principale

Assistenza

Qualora il paese di destinazione richieda Advanced Passenger Information (API), è comunque possibile usare il check-in online?

Le autorità di Immigrazione di molti paesi richiedono alle compagnie aeree di comunicare i dati dei passaporti dei passeggeri prima della partenza di ogni volo in entrata o in uscita, per assicurare il massimo livello di sicurezza. Attualmente questi paesi sono:

AustraliaGermaniaQatar
AustriaGiapponeRegno Unito
BahrainIndia*Repubblica Ceca
BangladeshIndonesiaSpagna
BrasileIrlandaSri Lanka
CanadaItaliaStati Uniti
CinaMaltaSudafrica
CiproNuova ZelandaSvizzera
Corea del SudPaesi Bassi
* I passeggeri in viaggio verso Ahmedabad, Bangalore, Chennai, Delhi, Hyderabad, Kochi, Kolkata, Mumbai e Triruvananthapuram sono tenuti a fornire queste informazioni.

Anche i passeggeri in viaggio verso gli EAU e provenienti da determinati Paesi devono comunicare le proprie "informazioni avanzate" (Advanced Passenger Information). Al momento questi Paesi sono: Iran, Iraq, Pakistan e Yemen.

Se state viaggiando verso uno di questi paesi, potete comunque effettuare il check-in online dove disponibile, a condizione che siano state fornite le informazioni essenziali relative ai passaporti di tutti i viaggiatori. Qualora un'informazione sul passaporto dovesse mancare o risultare errata, sarà possibile aggiungerla o modificarla tramite il sistema di check-in online.

Si noti che i viaggi compiuti verso tali destinazioni sono soggetti all'approvazione delle autorità competenti dei paesi di destinazione.

Ulteriori informazioni su Advanced Passenger Information (API)